Mad Men: la produttrice conferma le accuse a Matt Weiner "È un terrorista emotivo"

In una lunga serie di tweet Marti Noxon, produttrice della serie di culto, ha raccontato il clima imbarazzante creatosi dietro le quinte...

Tra i vari casi di molestie a Hollywood emersi negli ultimi tempi vi è quello che riguarda il creatore di Mad Men Matt Weiner. A confermare le accuse è la produttrice dello show Marti Noxon che lo descrive come un "terrorista emotivo".

Ad accusare Weiner di molestie è stata la sceneggiatrice di Mad Men Kater Gordon la quale ha raccontato che Weiner le avrebbe chiesto di spogliarsi durante una sessione serale di scrittura. L'anno successivo la sceneggiatrice sarebbe stata misteriosamente licenziata. Weiner ha negato le accuse, ma Marti Noxon in una serie di tweet ha confermato i comportamenti inappropriati dell'autore.

"Una settimana fa Kater Gordon, una giovane sceneggiatrice che ha lavorato a Mad Men ha accusato coraggiosamente Matt Weiner di molestie. Mentre svolgeva il suo lavoro, lui le avrebbe detto 'Mi devi qualcosa, mostrami il tuo corpo nudo'. Le credo. il giorno dopo ero al lavoro insieme a lei e ricordo chiaramente quanto fosse scossa. In risposta, Matt ha dichiarato che non farebbe mai un commento del genere a una collega. Ma tutti coloro che conoscono lo show potrebbero immaginare le stesse parole pronunciate da Pete Campbell. Matt, creatore di Pete, è molte cose. E' diabolicamente astuto, ma è anche , detto dai suoi colleghi, un terrorista emotivo che ti catturerà, sedurrà e innervosirà in modo da farti cadere nella sua rete. Questa personalità causa un'atmosfera in cui ognuno deve stare in guardia. E' un'atmosfera in cui una battuta come 'Mi devi qualcosa, mostrami il tuo corpo nudo' può essere o non essere uno scherzo. E potrebbe portare a una retrocessione o perfino alla fine di una carriera. Tutti a Mad Men, a seconda del sesso e della posizione, sono stati influenzati da questa atmosfera. Perché non ci siamo confrontati con lui o non abbiamo denunciato il suo comportamento alle compagnie? Da una parte gli eravamo grati per poter lavorare con un team di talenti. Dall'altra era difficile capire le sue intenzioni visto che il umore cambiava costantemente. L'autodifesa è importante, ma è difficile farsi avanti quando la posta in palio è la perdita del lavoro e della reputazione. denunciare è una cosa che puoi prendere in considerazione se hai soldi e una famiglia che ti sostenga, ma senza una rete di protezione è difficile. E quando i favori sessuali vengono a far parte di una serie richieste lavorative, può diventare destabilizzante. Potrebbe non essere illegale, ma è opprimente. Ho assistito a numerose scene e, nonostante fossi una senior consultant nello show, io stessa ho sperimentato comportamenti inappropriati durante Mad Men. Credo a Kater Gordon".